martedì 1 giugno 2010

Idee alla rinfusa

L'altro giorno mia madre mi ha fatto notare che sarebbe stato meglio se avessi riordinato le idee una volta tanto. Io non lo trovavo necessario, devo dire la verità, anzi, non mi creava nessun problema averle ammassate, non catalogate. Messe alla rinfusa.

In ogni caso, dopo non poche pressioni, sono andato a casa sua, dove si trova la mia vecchia camera da letto. In effetti c'era un bel casino e ho deciso di riordinarle queste mie idee, ma ho voluto occuparmente da solo. Perché così dev'essere. 

Farlo significa soprattutto stare lì a spulciare vecchie fotografie, aprire cassetti pieni di lettere, oggetti che ricordano qualcuno, spesso qualcuna, soprattutto qualcuna...quando l'idea dell'amore era vaga, ma forse più sincera. Senza parlare dell'idea dell'amicizia "fraterna". E poi le cose di quando eri piccolo, i regali degli zii, dei nonni: l'unica idea che avevi a quei tempi era che certe cose non sarebbero mai cambiate: che idea stupida e superficiale.

e quei libri, anche quelli di scuola, sì. E quaderni e quaderni scritti da chissà chi. Ah, ma era la mia scrittura!

Riordinando i cassetti dei vestiti, poi, le idee rivoluzionarie spalleggiavano idee sane, atletiche, vicine a loro volta a strane idee e concezioni della moda o a camicie e pantaloni da borghesia "illuminata"; illuminata dalla luce della figa, che fa cambiare idea con molta facilità, soprattutto se hai 17 anni. A 28 invece no, non fa cambiare idea è forse è un male.

Polvere soffiata via, tutto accatastato per benino; mentre mamma, soddisfatta, credeva di avermi fatto riordinare le idee, oltre che la stanza, io, adesso, ho una bella confusione in testa perché le cose, quando le smuovi, a incastrarle di nuovo non è mica facile.

18 commenti:

  1. mi hai fatto ricordare del mio ultimo trasloco e di come certi oggetti non andrebbero forse mai ritrovati. E invece spuntano fuori, sempre.
    Per questo mi sono organizzata per avere nuovi ricordi da aggiungere, sovrapporre, incastrare.. che poi non funziona, ma uno almeno ci prova.
    Ah.. se hai tempo, alla rinfusa, mi spieghi 'sta storia della luce della figa e dei 28 anni?
    non mi hai proprio convinta!! ;)

    RispondiElimina
  2. E il cassetto dei sogni era ancora pieno?

    RispondiElimina
  3. @Patè: seguo sempre la luce, ma non cambio d'abito!!

    @BV: quello lo porto ovunque vado, pieno, ma capiente...

    RispondiElimina
  4. Scheletri nell'armadio?

    (posso dire che la barra spaziatrice mi sta sul culo? Eh..non mi spazia mica se non sto attenta...grrrrrr!)

    RispondiElimina
  5. tanto anche se le incastri mica che ci si capisce qualcosa. lasciale pure ammassate sbilenche e le certezze lasciale a chi ci crede

    RispondiElimina
  6. Comunque hai una mamma che ti ama.
    Conserva intatta la tua camera e passa le giornate dietro la finestra aspettando il tuo ritorno.
    Non deluderla

    RispondiElimina
  7. @Grace: mmh, no, mi pare di non averne visti :)

    @metro: adoro il tuo ottimismo!

    @Fracatz: bè, in realtà le servivano gli armadi vuoti :|
    però sì, è adorabile.

    RispondiElimina
  8. "perché le cose, quando le smuovi, a incastrarle di nuovo non è mica facile."

    Insomma, se giocassimo a tetris ti spaccherei il culo :)

    RispondiElimina
  9. Queste mamme...! Non si rendono conto dei polveroni che alzano. Loro sbatterebbero tappeti anche nel deserto del Gobi.

    RispondiElimina
  10. @emix: non ne sarei così sicuro ;)

    @Ambrosia: soprattutto nel deserto del Gobi!

    RispondiElimina
  11. e io commento e non MI pubblichi...guarda che ti faccio un esposto !

    S.

    RispondiElimina
  12. Alle volte spunta fuori qualcosa che mi ricorda idee (mie) davvero stupide, tutte legate alla figa (e cosa altro sennò...).

    Il problema è che, se mi si ripresentassero adesso, probabilmente le seguirei lo stesso...

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  13. @s: guarda che non è possibile, dico davvero. Secondo me salti la parte della parola di sicurezza da digitare e chiudi la finestra. A me è capitato una volta

    @Attila: e la famiggdjia?!

    RispondiElimina
  14. ah ecco sono la scema del villaggio globale ! :-)

    RispondiElimina
  15. @Ubi: Tanto le idee idiote non portano a figa, ma la fanno scappare, per cui la famigggdjia non corre alcun pericolo...

    ;-)

    Rinnovo le cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  16. questo pezzo è uno dei miei preferiti, il tema del "riordinare" lo vivo in prima persona e davvero non saprei da dove inziare (forse non comincio e lascio tutto come è)..
    per quanto riguarda la luce della figa: tira sempre e comunque più..
    e che iddio la benedica (ma con moderazione... :D)

    RispondiElimina
  17. @pietro: riordinare è peggio che mantenere il casino, alla fine sono giunto a questa conclusione.

    Poi sì, con moderazione!!

    RispondiElimina
  18. attento ai cani però

    RispondiElimina