domenica 16 ottobre 2011

Black Bloc cattivissimi

Oggi c'era gente incredibilmente cattiva, una cosa da far accapponare la pelle. Un corteo che era un covo di criminali, non ci sono mezzi termini. Ne ho ritratto qualcuno, perché è giusto che anche voi possiate vedere chi è il frequentatore medio di queste manifestazioni anarchiche e comuniste, in cui si respira violenza.

(mi raccomando, fate andare di là i vostri bambini)













































Questa signora sta mostrando i proiettili di "gomma"
che spara la polizia sulla folla: dentro hanno degli spilli



























Quelle altre teste di cazzo  - perché di questo si tratta - che sono riuscite a rovinare una tale manifestazione di democrazia con i loro atti di violenza gratuita, non li voglio nemmeno sentire nominare. Sono lontani dalla mia cultura, dal mio modo di pensare e di agire; sono solo una piccolissima percentuale di quelle 300 mila persone che oggi erano a Roma. Questo blog non fa di tutta l'erba un fascio, in nessun termine.

Infine, volevo comunicarvi che ho caricato un video su Youreporter che dovreste vedere. 

20 commenti:

  1. Bravo, è così che si documenta, che si da un senso al fotografare.

    RispondiElimina
  2. Concordo con te, e con l'Alligatore.

    RispondiElimina
  3. Belle fotografie: ricordano un po' quelle di Tano D'Amico...
    P.s.: Nel mio post mi sono permessa di citarne una, sollevando un dubbio (sono fatta così, sorry)!

    RispondiElimina
  4. Dalle prime parole ho pensato, oddio , ho fatto male a cominciare a seguire questo blog.
    Non pensi anche te che bisogna chiedersi a chi fa comodo e come mai queste cose sono successe solo in Italia?

    RispondiElimina
  5. Ecco. Ero a Roma anche io ma, per motivi logistici/di viaggio, ho evitato il corteo. Questo però non toglie che abbia visto in giro un sacco di pericolosissimi soggetti armati di bandiere, qualche slogan contro il sistema e il desiderio di manifestare tutto il loro scontento.

    Gli altri, i soliti idioti, non hanno avuto il coraggio di farsi vedere. Non da me, almeno. Codardi.

    RispondiElimina
  6. ottimo reportage, corro a vedere il video

    RispondiElimina
  7. Ecco, i primi tre che ti hanno fatto complimenti sono proprio miei amici, e come potrei non concordare con loro nel sostenere il tuo lavoro? ti seguo, e grazie per il confronto ieri sera a caldo.

    RispondiElimina
  8. certo che i tipi con i fiammiferi che sbucano dai pantaloni son piuttosto sospetti. chissà cosa avranno avuto intenzione di accendere. umm.

    RispondiElimina
  9. Perfetto, le foto..Dico le stesse cose nel mio post di oggi.

    RispondiElimina
  10. Belle foto e bel reportage...quello che vogliamo ricordare!
    Bel blog! Ciao!

    RispondiElimina
  11. Ottimo lavoro, Ubi. Peccato che ci parliamo, e ne parliamo, tra di noi. Fuori esce l'immagine di un'informe massa di coglioni, tutti dediti alla distruziobne di vetrine e all'accensione (quella vera) di automobili. E' quello che doveva succedere, secondo chi l'ha fatto succedere. Io non penso che "quelli" siano dell'altra parte, qualcuno è anche di "questa parte", ma non m'importa. M'importa che in questa merda di posto non si riesce a costruire nulla, mai. Siamo un paese immaturo, in tutti i sensi. E sono molto triste.

    RispondiElimina
  12. Non ero ancora riuscito a vedere le tue foto. Un reportage davvero molto bello, restituisce un senso e un'atmosfera, ed è assai più significativo alla luce di quello che è (anche) successo.
    Soprattutto per chi (come me) non c'era, per non farsi distrarre dalla realtà.

    RispondiElimina
  13. BELLE ! Il più cativo di tutti era il signore al balcone… Grazie perché ho tirato su le spalle e sorriso,grazie davvero,in questi ultimi giorni stiamo raschiando il fondo e la stanchezza è a un passo.ciao

    RispondiElimina
  14. Ottimo Raf!!! Gran bel lavoro! Hai reso pienamente ciò che abbiamo vissuto ieri assieme, quel misto tra la COMMOZIONE per la marea di persone che come un fiume umano si appropriava di tutte le vie e viuzze del centro di Roma e la RABBIA incredula di quanto stupida può esser la nostra razza.
    RESTIAMO UMANI...e soprattutto continuiamo tutti noi a dar voce nei prossimi giorni, settimane, mesi a quel fiume umano che sicuramente non si fermerà d'inondare le città di tutto il mondo, finchè non straripererà!!

    A.

    RispondiElimina
  15. @Alligatore e Mr Ford: è così che gente come voi dà un senso al fotografare ;)

    @Angie: pensa che domani a roma c'è una mostra di tano d'amico! Hai fatto bene, assolutamente

    @Vitamina: intanto ciao e poi, no, non sono successe solo in Italia, è quello che i media pilotati vogliono farci credere

    @Euridice: già sai ;)

    @Inneres: visto??

    @Minerva: pure tu, già sai!

    @Ciku: eh, i trampoli illegali sono una questione irrisolta di molti cortei

    @Mr Hyde: venuto da te, ottimo scambio

    @Chiara: ciao Chiara, grazie :)

    @Ettore: Se leggi in basso, ora ti dico...

    @Marziano: anche tu, ora ti dico ;)

    @Stellarossa: quello mi ha detto: «Ho sentito che ci sono stati dei tumulti in piazza, è vero?!». Ecco :)

    TUTTI: Io vi rngrazio per i commenti e gli apprezzamenti e soprattutto per le tante visite...qui però bisogna mettere a fuoco la situazione. Con Paté d'animo oggi parlavamo su skype e ci rammaricavamo, soprattutto perché leggendo i bellissimi post su tutti i vostri blog, il sentimento c'è sembrato comune. E allora che fare? La manifestazione non è sbagliata, è doverosa, ma il mezzo va cambiato. Ne abbiamo la possibilità e non è vero, Ettore, che ce la cantiamo da soli - perché siamo tanti e abbiamo ridondanza e tanta gente si tiene per mano come i due vecchietti o porta i figli alle manifestazioni, facendogli portare una bandiera per la prima volta «mi raccomando, è una responsabilità!»
    Vorrei provare a dar vita con voi a un movimento, una corrente di pensiero, chiamatela come vi pare - io e Patè pensavamo di intitolarla 16 Ottobre, proprio per sottolineare che siamo al giorno dopo dell'erronea valutazione, alla rinascita della dignità di chi protesta ed è stufo di veder la propria voce soffocata dalle urla di chi grida sciocchezze. Minerva mi faceva notare che forse esistono altri movimenti, anzi, certamente ci sono, ma di base, accordiamoci per far sentire una sola voce...che ne pensate?

    RispondiElimina
  16. Lì per lì mi sono arrabbiata per le spine parole. Ma come spesso succede, le immagini hanno parlato più forte. Bravo.

    RispondiElimina
  17. Ops, non era spine la parola giusta, ma prime. Maledetto t9!

    RispondiElimina
  18. Odio la violenza in ogni sua forma, la condanno comunque e senza mezzi termini. Detto questo ti faccio i miei complimenti per il blog e per le foto, bel reportage, veramente!
    Credo proprio che ti seguirò. Se vorrai fare un salto nel mio spazio sarai il benvenuto.
    Buon fine settimana.
    Laura.
    http://laurarossiello.blogspot.com

    RispondiElimina