martedì 13 novembre 2012

Sono vecchio per iniziare a suonare il piano?

Pensavo di lasciarla lì, nell'aere. E invece mi rispondo.

No

E così l'ho fatto, prendo lezioni di piano da un rigidissimo maestro che vive negli appartamenti dentro al duomo. Una cosa mezza mistica perché ogni volta che mi inerpico (sono alla quarta lezione doo-oo-o-o) per le strette vie, le anguste scale, dal portone laterale della chiesa, sento gruppi di coristi inneggiare al cielo versi di passione indiscussa, catecumeni impunibili che scappano e si rincorrono e timide coppiette che si nascondono dall'occhio vigile (non molto in effetti) dei preti ancora in gonnella. I preti in gonnella sono cosa rara. Non diffido di loro, ancora si salvano. Sono come i frati. Super partes, sotto tutto. 
Io ho un amico frate, è un cappuccino: coltissimo, sagace, dai lunghissimi e meravigliosi tempi morti e con lo sguardo perso in cielo. Guarda sempre in su o ti fissa, aspetta, e con la barba fitta ricorda certi ritratti del Lotto. Una di quelle persone che ti fa pensare che, bah, quasi quasi qualcosa in effetti sembra esserci, qualcuno gli parlerà, non può essere altrimenti. Padre Giuseppe cammina - non mette il saio e i sandali per farlo, non quando va in montagna - cammina tanto seriamente che la prima volta che sono andato in montagna pensavo mettesse i sandali e il saio e mi portasse a fare due passi. Invece era appena tornato dal monte Bianco e aveva tutto in gore-tex, pure le mutande. Fu estenuante, ero impreparatissimo, ma parlammo di arte germanica del '500. Parlò solo lui. Poi mi portò a visitare il museo dei cappuccini di Camerino e c'erano dei manufatti incredibili e un Raffaello mozzafiato. Nelle Marche ti affacci dai monti e vedi una chiesa abbandonata. È lì, solitaria in mezzo ai Sibillini ed è dell'anno Mille. Non so se mi spiego.

Io ho messo delle foto di quando siamo andati in montagna...le ho messe in questo post tempo fa, quando aggiornavo questo blog, quando avevo voglia di confidarmi con voi. Non so perché abbia smesso; in realtà guardo a voi come se aspettassi una risposta e aspetto come una chiesa romanica dimenticata dalla gente che invece preferisce andare a vedere SkyFall con il finto James Bond. Quello finto che piace alla gente moderna. Ecco, il nocciolo della questione è che la gente moderna merita Daniel Craig e gli va bene così. Ha dimenticato i cori, le passeggiate, le lezioni di piano che ce la metto tutta, ma forse, in effetti, mi sa che sono un po' grandicello.

   

15 commenti:

  1. Sei vecchio per iniziare a suonare il piffero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Mai smesso di suonare il piffero!

      Elimina
  2. ben detto..un bel post e pienamente d'accordo sul fatto che oggigiorno si apprezzi molto di più "l'artificiale" che il "naturale" oramai..ahimè, si è persa la "naturalità",quello che ci circonda ne è solo un'imitazione.
    ps: per quanto riguarda le lezioni di piano..beh,fai bene!Ti mancheranno le basi tecniche, ma hai 30 anni di esperienza alle spalle e sono sicuro che le mani e le dita di un trentenne dicano molto di più di quelle di un pivellino inesperiente.

    RispondiElimina
  3. Realtà? No, grazie.
    :)

    è sempre un piacere leggerti

    RispondiElimina
  4. il tuo post meriterebbe una risposta molto complessa e articolata, che non sono in grado di darti perché mi sto votando alla stupidità, anche se, per fortuna, non nella sua variante molesta. considera che oggi son pure venuto al lavoro.

    io abito in umbria, a un passo da un posto in cima a un monte dove c'era un tempio antico, molto più della chiesa dell'anno mille che adesso sta là a far bella mostra di sé e a guardare le famigliole fare il picnic; sull'altro picco, di fronte, ci son rimaste solo le pietre, forse perché per arrivarci si fa una fatica bestia.

    e forse il punto è proprio quello: per godere di certi piaceri devi fare una fatica bestia (arrivare in cima a un monte, conoscere l'arte germanica del '500, imparare a suonare il piano, cercare di comunicare la tua idea di bellezza nonostante il cattivo gusto imperante...) e perlopiù ti ritrovi da solo.

    che poi, a me 007 piace, anche nella variante danielcraig, perché son rimasto un bambinone e mi piace vedere la gente che si insegue sui tetti con la moto. solo che so ancora distinguere la realtà dalla fantasia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in Umbria conosco l'eremo di Pale. Figata! cmq hai colto il senso...mi rincuora!

      Elimina
  5. Non si è mai troppo vecchi per niente se si ha voglia di farla!

    (Non sto ad indagare sulle ragioni per cui sapevi che anche le mutande erano in gore-tex...)

    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha...mettiamola così...statisticamente possibile!!!

      Elimina
  6. quindi tu sei la chiesa e noi stiamo sulla montagna? minga mal.

    quando sarai abbastanza bravo da arrivare a un so-o-o-o-o-ol facci sentire qualcosa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono la chiesa e voi siete la montagna..?...mmmh, in pratica sì :))

      Ci vorranno settimane e settimane prima che arrivi il sooooool...qua pluvia

      Elimina
  7. Anche io vorrei imparare a suonare!

    RispondiElimina
  8. Pensa che io volevo iniziare con la fisarmonica (ma più che altro per batter moneta sulla metro e arrotondare. Sai com'è :))
    Va bene tutto, tranne i bonghi, mi raccomando.

    RispondiElimina
  9. il n'est jamais trop tard...

    RispondiElimina