martedì 15 novembre 2011

Monti Python

Fermi tutti, c'è qualcosa che non va. Possibile che nessuno si renda conto che tutta questa polemica su tecnici o politici è una farsa pazzesca? Pura. Semplice. Fuffa.

Spiegatemi chi devono essere i politici non tecnici e i tecnici non politici; delle vallette, un maestro di sci, un avvocato che diventa sottosegretario all'agricoltura o una finalista per la Romagna a Miss Italia che viene eletta ministro del Turismo? È ovvio che chi sta al governo debba essere competente, è proprio questo il problema dell'Italia. Di che state discutendo da due giorni?

Tutti si improvvisano statisti.

I medici scoprono di avere un elettorato su cui puntare e diventano assessori al bilancio, oppure i piccoli imprenditori del nord manifatturiero e vaccaro si svegliano e diventano sindaci, vicesindaci, assessori alla sanità, alla cultura! Senza contare i mafiosi che entrano nei palazzi con le minacce e a cui danno il bilancio.

Basta con i politicanti e soprattutto basta con questi discorsi del cazzo. Pietà. Un imprenditore ha fallito nel considerare l'Italia una società per azioni, un'impresa tlc: non ha un palinsesto, non si debbono tappare i vuoti di share del mattino nè ci devono essere modelli come Uomini e Donne o il Grande Fratello ad allietare la piattissima prima serata di una larga fetta di lobotomizzati; l'Italia è una nazione e quindi va guidata da chi è in grado di analizzare i problemi e risolverli perché fa questo nella vita, non perché ha avuto 1500 mutuati, s'è scopato Emilio Fede quando voleva fare la valletta in tv oppure è finito in Parlamento perché era a conoscenza di qualche segreto incoffessabile, di qualche truffa o relazione extra coniugale. 

Chi sta al governo e decide per me - perché l'ho potuto scegliere io con il mio voto, questo sia chiaro - deve essere una persona che conosce la materia. E la deve conoscere a menadito, non averla studiata sul Bignami il pomeriggio prima di andare a Ballarò.

Che ognuno torni a fare il proprio lavoro e che si smetta di considerare la politica un mestiere, per favore. Potrebbe essere la volta buona. Potrebbe, ma quello deve decidersi a mollare per davvero, non fare comunicati sui telegiornali che hanno solo l'effetto di rendere lo spread altalenante e i mercati incerti. 

Vespa, non fare puntate in cui si parla di niente. La gente ti guarda - hai una responsabilità - poi la convinci che era meglio quando era peggio, su, un po' di buona volontà e per una volta rinuncia a fare la trasmissione a tutti i costi, stai a casa con i figli, soddisfa tua moglie, costruisci una nave in bottiglia, un plastico nuovo, che ne so. Basta che non metti carne avariata sulla brace quasi spenta.

Politicanti, tornate alle vostre passioni primordiali.

Gasparri, tu torna pure a fare la controfigura di un cactus nei film con Terence Hill e tu, La Russa, riprenditi il vecchio mestiere, ricomincia a spaventare i bambini quando non vogliono mangiare le verdure o non vanno a dormire presto, Sallusti non ce la fa da solo. Che le vallette tornino alle tv locali, che Gianni Letta venga rinchiuso nuovamente in un'ampolla magica e la smetta di succhiare sangue di vergini, di restare giovane grazie al potere di invecchiare alla velocità burocratica. 
Maroni apri pure quella tea room etnica e servi tisane al gelsomino; Di Pietro, Calderoli, Mastella, avviate quella fattoria equa e solidale che desideravate tanto e tu, Bossi, tu vaffanculo e basta.

20 commenti:

  1. soprattutto sottoscrivo l'ultimo invito. io ci aggiungerei "tu e tre quarti daa palazzina tua". tanto per aggiungere quel tocco di romanesco che per lui dev'essere così irritante.

    RispondiElimina
  2. Sì , vaffanculo Bossi e anche qualcun altro , d'accordo con la prima parte , che finalmente abbiamo qualcuno che ha studiato qualcosa ad occuparsi delle cose giuste e non le igieniste dentali .

    RispondiElimina
  3. io spero solo che sia gente seria che ci possa far fare una svolta vera e concreta, per poter ripartire e sognare un futuro dignitoso

    RispondiElimina
  4. Ma infatti... se adesso ci mettiamo un tecnico: uno che se ne intende, fino ad ora chi c'era? Uno che passava di lì?
    I politicanti spariranno in fretta, io sono convinto, ma nel frattempo: che vadano tutti quanti con Bossi a fare in culo.

    RispondiElimina
  5. "Perché l'ho potuto scegliere io con il mio voto", ecco, l'inganno sta tutto lì. Noi non abbiamo potuto scegliere un cazzo di nessuno, non abbiamo un parlamento, è qualcosa di completamente diverso, e così rimango perfettamente in tema col titolo.

    RispondiElimina
  6. In verità con la legge elettorale in vigore nessuno ha scelto nessuno. Hanno fatto un pappone dei nostri voti e poi hanno deciso chi se lo doveva mangiare. E questa è la grande carognata sulla quale dovremmo scatenare l'inferno.

    Il resto, cioè quei politicanti che sanno fare meglio le starlette in TV che politica in Parlamento, dovrebbero tornarsene da dove son venuti. Anzi, se scegliessero come prossimo domicilio un'altra galassia saremmo tutti molto più sereni.

    Io propongo di congelare il Parlamento (che tanto non rappresenta proprio nessuno, vedi considerazione di apertura di questo commento) e lasciar lavorare Monti e gli altri. Per un motivo semplice: sanno fare il loro mestiere e, grazie a Dio, non fanno politica. Soprattutto politica da quattro soldi come i nostri parlamentari.

    RispondiElimina
  7. - ma maestra! proprio adesso che abbiamo studiato chi è il presidente del consiglio ce lo devono cambiare? (giulia)
    - e ringrazia il cielo. (ma sottovoce)

    mo' voglio vedere chi arriva al miur. cl, of course.

    RispondiElimina
  8. Assolutamente concordo. u_u

    RispondiElimina
  9. aggiungo (l'ho già usato da me)...evviva il golpo del governo tecnico !

    RispondiElimina
  10. @Ganfione: e pure ar gatto!

    @Vitamina: è vero, le igieniste mentali! Pensa chi m'ero scordato!

    @Isabel: anche un presente dignitoso non sarebbe male:)

    @Magnetico: eh, this is the point, mate!

    @Amore: lì va bene ;)

    @Euridice e Web: chiosando - che ho votato - intendevo dire che deve essere così...non sono stato molto chiaro, mea culpa. Euridce, congelare il parlamento però rischia di trasformare il governo tecnico in un'imposizione repubblicana che non so quanto sia favorevole...

    @Ciku: faglielo ristudiare, ma ometti la II repubblica in toto!

    @rrt: :)))

    @D: glie pigliasse un golpo!

    RispondiElimina
  11. @Inneres: D'Alema me l'immagino nelle piazze dei paesi d'Italia nascosto dietro un palchetto con Pulcinella nella mano destra e Balanzone nella sinistra. E fa pure le vocine. I fratelli Ferrajolo!

    RispondiElimina
  12. Non lo so se almeno stavolta riescono a infilarci qualcuno che conosca almeno la costituzione! Speriamo. Ormai ci rimane solo la speranza!

    RispondiElimina
  13. Ben detto raffi..
    pierfrancesco (tuo cugi)

    RispondiElimina
  14. ('sto profumo potrebbe avere un senso.

    spero non siano le classiche ultime parole famose)

    RispondiElimina
  15. dai un golpo è la giusta misura tra il golpe (odio sta parola) e il colpo ... poi Berluska potrà sempre dire che una volta Napolitano era comunista e che dei comunista non bisogna fidarsi...

    RispondiElimina
  16. Nella situazione in cui stavamo non ci potevamo permettere una campagna elettorale e le votazioni. Io sono per il governo di tecnici, di gente esperta ma già si iniziano a vedere le prime critiche ed io rispondo: ma vi siete resi conto in che situazione economica ci troviamo? Ma volete aprire gli occhi e smettere di sognare un attimo?? Prima bisogna ritornare un Paese civile e poi si può costruire davvero ma no, non ci si è mossi un attimo e già questi che sono stati messi fanno schifo, e sono democristiani e sono della chiesa e basta!! Smettiamola di stare sempre contro, un governo di parte, in questo momento, non ci può stare perché tentennerebbe fino a cadere. Spero solo che le cose migliorino il più in fretta possibile per poi riuscire a costruire finalmente qualcosa di decente.

    Scusa la prolissità

    RispondiElimina
  17. secondo me Vespa in questi giorni ucciderà
    una qualche ragazzina in qualche parte d'italia
    gli ultimi delitti sono troppo
    comuni delitti noiosi insomma.
    Non ci sono più gli assassini di qualche anno fa.

    RispondiElimina
  18. in poche parole ce lo abbiamo nello stoppino!

    RispondiElimina